Shlomo Mintz e Roberto Prosseda per la prima volta insieme a Domodossola

L’Associazione Mario Ruminelli porta nel Borgo della Cultura due grandi interpreti
internazionali per festeggiare la nascita della Fondazione Paola Angela Ruminelli

L’Associazione Culturale Mario Ruminelli annuncia la piena ripresa della propria attività, interrotta per alcuni mesi a causa della morte della sua fondatrice, la professoressa di filosofia Paola Angela Ruminelli, figlia del Maestro Ruminelli e appassionata conoscitrice ed amante della Città di Domodossola.

L’Associazione Culturale Mario Ruminelli, fondata per ricordare il Maestro Ruminelli, uno dei più noti violinisti italiani, direttore del Conservatorio di Brescia, ha organizzato nel biennio che si sta concludendo prestigiosi e frequentatissimi eventi culturali e supportato iniziative a carattere sociale e artistico.

Il concerto si terrà sabato 4 novembre, alle ore 21 presso la Chiesa Collegiata di Domodossola e sarà un appuntamento che si preannuncia eccezionale, di certa caratura internazionale, poiché vedrà come protagonisti due interpreti di fama mondiale, il violinista Shlomo Mintz ed il pianista Roberto Prosseda. L’ingresso sarà gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Shlomo Mintz, uno dei più grandi violinisti contemporanei, ha calcato come solista e come direttore il palcoscenico dei più famosi teatri del mondo; Roberto Prosseda, celebrato interprete del pianoforte romantico, in particolare di Chopin e di Mendelssohn, ha raccolto riconoscimenti in tutto il mondo.

I due artisti, legati per motivi differenti alla porzione più settentrionale del Piemonte e spesso protagonisti di memorabili pagine musicali sul territorio, da tempo avevano manifestato il desiderio di esibirsi insieme e l’occasione si è presentata proprio con l’affascinante concerto che costituirà l’evento inaugurale della Fondazione Ruminelli.

Shlomo Mintz e Roberto Prosseda allieteranno il pubblico con il seguente programma:

Felix Mendelssohn, Sonata MWV Q 12, in fa minore

Felix Mendelssohn, Sonata MWV Q 26, in fa maggiore

Cesar Franck, Sonata in la maggiore

Shlomo Mintz, Sonata in do maggiore

Shlomo Mintz è riconosciuto dalla critica, dai colleghi e dal pubblico come uno dei maggiori violinisti contemporanei, stimato per musicalità, versatilità stilistica e tecnica impeccabile. Si esibisce regolarmente sui palcoscenici internazionali sia come interprete che come direttore delle più grandi orchestre. Apprezzato compositore, Mintz ha uno stile paragonabile a quello dei più celebrati maestri di violino dal tono pieno ed armonioso e dal vibrato ricco e controllato.

Nato a Mosca nel 1957, due anni dopo è emigrato con la famiglia in Israele, dove ha iniziato a studiare con Ilona Feher. All’età di undici anni ha debuttato con la Israel Philharmonic Orchestra, e a quindici è stato invitato da Zubin Mehta ad eseguire il Primo Concerto per Violino di Paganini per sostituire Itzhak Perlman.

A 20 anni intraprese il suo primo importante tour europeo con famosi direttori d’orchestra, tra cui Carlo Maria Giulini, Antal Dorati ed Eugene Ormandi e iniziò un duraturo rapporto con la Deutsche Grammophon.

Da allora collabora con regolarità con famose orchestre e prestigiosi direttori della scena musicale internazionale e tiene masterclass in tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi internazionali. Nel luglio 2017 in Cina è stata lanciata la prima edizione del premio “HKIVS Shlomo Mintz International Violin Competition”.

Roberto Prosseda, nato a Latina nel 1975, ha intrapreso gli studi di pianoforte con Anna Maria Martinelli e

Sergio Cafaro ed è pianista particolarmente apprezzato nelle interpretazioni di Mozart, Schubert, Schumann, Chopin e Mendelssohn, la cui musica pianistica ha inciso integralmente per la Decca in 9 CD, acquisendo fama internazionale. È vincitore di numerosi premi discografici e si affermato in vari concorsi internazionali, tra cui il “Mozart” di Salisburgo.

Dal 2005 suona regolarmente con alcune delle più importanti orchestre del mondo, tra cui la London Philharmonic e la Filarmonica della Scala, ed ha suonato con i più grandi direttori. In Italia è ospite regolare dei maggiori Enti concertistici, tra cui l’Accademia di Santa Cecilia, il Teatro alla Scala, il Teatro La Fenice.

Dal 2011 suona in pubblico anche il piano-pédalier, avendo riscoperto e presentato in prima esecuzione moderna vari brani di Alkan e il Concerto di Charles Gounod. Attivo anche nella promozione della musica d’oggi, Prosseda ha in repertorio l’integrale della produzione pianistica di Petrassi, Dallapiccola e Aldo Lombardi.

Roberto Prosseda si occupa anche di ricerca e divulgazione musicale. È co-autore di tre documentari, dedicati a Mendelssohn, Chopin e Liszt, prodotti da RAI Educational e ha curato numerosi cicli radiofonici per Radio Vaticana e Radiotre. È autore del volume “Guida all’ascolto della musica pianistica” (Curci, 2012). È presidente dell’Associazione Mendelssohn Italia e direttore artistico dell’Associazione di volontariato “Donatori di Musica”.

Per informazioni sulla rassegna e sulle attività dell’Associazione Culturale Mario Ruminelli
www.associazioneruminelli.it

CS_01_17_Associazione Ruminelli - Mintz Prosseda
Titolo: CS_01_17_Associazione Ruminelli - Mintz Prosseda (12 clicks)
Etichetta:
Filename: cs_01_17_associazione-ruminelli-mintz-prosseda.pdf
Dimensione: 520 KB


Ufficio Stampa Associazione Culturale Mario Ruminelli: Filippo Ceretti – 340 9349673 – cerettifilippo@gmail.com